Bathynomus giganteus, il piccolo gigante degli abissi

venerdì, 10 aprile, 2009 18:43

Il Bathynomus giganteus è a oggi la specie di isopode più grande conosciuta al mondo. Chiamato generalmente con il nome di Isopode gigante, questo essere vivente appartiene al sottotipo dei crostacei e deve il proprio nome alla particolare conformazione degli arti, suddivisi in sette coppie identiche.

Dotato di una corporatura solida e tozza, il Bathynomus giganteus è uno dei crostacei più grandi al mondo. Gli esemplari più grandi raggiungono anche il mezzo metro di lunghezza e un peso che può superare i due chili. Ha naturalmente numerosi “parenti” più piccoli, ma gli esemplari di isopodi che abitano i fondali oceanici sono spesso soggetti al “gigantismo abissale”, un fenomeno che li porta a crescere a dismisura probabilmente per resistere alle forti pressioni e alle temperature molto basse degli abissi.

Bathynomus giganteus
Bathynomus giganteus

Vivere nelle profondità oceaniche non è affatto semplice. Il cibo scarseggia quasi sempre e le condizioni generali di vita non sono poi così buone. Alcuni esperimenti hanno dimostrato che gli esemplari di Bathynomus giganteus siano in grado di resistere per due mesi senza toccare cibo. Un periodo considerevole, che testimonia il metabolismo molto lento di questi crostacei. Discreti cacciatori, gli isopodi giganti seguono una dieta principalmente a base di carne, ma niente paura: sono completamente innocui per gli esseri umani. Anche perché a 600 metri di profondità è raro incrociare qualche subacqueo…

Puoi lasciare un commento, oppure un trackback dal tuo sito web.
ADS

1 commento a “Bathynomus giganteus, il piccolo gigante degli abissi”

  1. Napolux dice:

    10 aprile 2009 ore 19:05

    Poi vanno in giro a cercare gli alieni. Più alieni di questi… 😛

Lascia un commento