Ecco da dove viene la polvere

martedì, 10 novembre, 2009 18:23
Scritto in Curiosità

credit: pendingMobili, scaffali, pensili e pavimenti tendono inesorabilmente a impolverarsi nonostante i nostri sforzi per mantenere la casa pulita, linda e profumata. Ma da dove arriva la polvere? Un gruppo di ricercatori ha recentemente provato a dare una risposta a questo enigma domestico.

Secondo un team di ricerca della University of Arizona, la polvere che si deposita nelle nostre case proviene principalmente dall’esterno. Stando ai risultati dello studio condotto dai ricercatori David Layton e Paloma Beamer, la patina polverosa che tende a ricoprire mobili e pavimenti è composta da un mix di: cellule della pelle ormai morte, fibre provenienti dai tessuti dei tappeti e degli arredi, particelle portate dall’aria o dalle suole delle nostre scarpe dall’esterno.

Il gruppo di ricerca ha così potuto rilevare la presenza di componenti potenzialmente pericolosi per la nostra salute nella polvere come piombo e arsenico, provenienti dall’esterno e in grado di contaminare il luogo in cui viviamo. Un pericolo soprattutto per i bambini, che spesso portano alla bocca i loro giocattoli entrando in contatto con queste sostanze.

Per giungere a questi risultati, Layton e colleghi hanno sviluppato un modello al computer per elaborare i percorsi e le modalità di diffusione delle particelle provenienti dall’esterno attraverso l’aria e il terreno. Secondo questo modello, calibrato sulle case del Midwest americano, circa il 60% della polvere presente nelle case proviene dall’esterno, mentre il restante 40% viene prodotto dagli stessi abitanti attraverso la perdita di capelli, cellule epiteliali e l’attrito sui tessuti degli arredi che provoca il distaccamento delle fibre tessili.

Oltre la metà dell’arsenico rilevato nella polvere dei pavimenti proviene dalle particelle di questo veleno solitamente presenti nell’aria con un certo grado di inquinamento, mentre il restante viene portato in casa per “via terra” attraverso le suole delle scarpe, vestiti o altri oggetti.

Il modello messo a punto dai ricercatori della University of Arizona, e descritto recentemente sulla rivista scientifica Environmental Science & Technology, potrebbe essere utilizzato per elaborare nuove strategie tese a ridurre la presenza degli elementi potenzialmente pericolosi per la nostra salute presenti nella polvere in ambiente domestico. Uno studio dei flussi e dei percorsi compiuti dalle polveri potrebbero inoltre aprire la strada a nuove soluzioni per contrastare le allergie.

Puoi lasciare un commento, oppure un trackback dal tuo sito web.
ADS

1 commento a “Ecco da dove viene la polvere”

  1. Pierbacco dice:

    11 novembre 2009 ore 18:32

    Memento homo quia pulvis est et in pulvere reverteris…

    Pierbacco

Lascia un commento