L’età del sistema solare

venerdì, 21 dicembre, 2007 19:25

Condrite ritrovato in Australia [credit: meteorlab.com]Un gruppo di ricercatori della UC Davis ha fornito una nuova datazione sulla formazione del nostro sistema solare, ovvero quando polveri e detriti spaziali si “coagularono” formando i pianeti che orbitano intorno al Sole. Secondo il team di ricerca, il fenomeno sarebbe iniziato 4.568 milioni di anni fa in un arco di tempo di circa due milioni di anni.

Sistema solareI ricercatori della UC Davis sono giunti a questa conclusione analizzando alcuni frammenti di una serie di particolari meteoriti (condriti), che contiene in se i residui più antichi lasciati dal fenomeno di formazione del sistema solare. Le dinamiche e le modalità della prima fase in cui iniziarono a formarsi i pianeti non sono ancora del tutto chiare, ma la scoperta effettuata dal gruppo di ricerca potrebbe fornire agli astrofisici un intervallo di tempo preciso su cui basare i loro calcoli e le loro supposizioni.
I condriti sono spesso costituiti da numerosi elementi chimici come idrogeno, elio, carbonio, azoto, nichel e ferro, e da una matrice di polvere interstellare, generalmente ricca di manganese e cromo. Questi particolari minerali costituiscono dei veri e propri “sedimenti cosmici”, su cui è possibile registrare la radioattività di alcuni elementi come il cromo-53. E proprio grazie a questo elemento, i ricercatori sono stati in grado di datare – con un sufficiente grado di approssimazione – l’età di questi condriti.

Secondo il gruppo di ricerca, i “sedimenti cosmici” esaminati risalirebbero a un periodo medio di 4.568 milioni di anni fa. I nuovi dati forniti dalla UC Davis, e pubblicati sull’Astrophysical Journal Letters, consentiranno una ricostruzione più precisa delle prime fasi di creazione del sistema solare. La nostra casa.

Puoi lasciare un commento, oppure un trackback dal tuo sito web.
ADS

Lascia un commento