Luna 40 anni fa: direzione Terra, si torna a casa

mercoledì, 22 luglio, 2009 19:11

Raggiunto il Columbia, Armstrong e Aldrin ritrovano Collins rimasto per quelle interminabili ore a bordo del modulo di comando, divenendo per quasi un giorno l’uomo più isolato dell’universo conosciuto.

terracrescente

Poche ore dopo, l’Eagle viene nuovamente separato dal Columbia, collocato su un’orbita intorno alla Luna e abbandonato al suo destino, che lo porta qualche mese dopo a schiantarsi violentemente in un punto imprecisato della superficie lunare.

Tra il 21 e il 22 luglio 1969, a 135 ore e 23 minuti dal lancio dalla Terra, l’equipaggio dell’Apollo 11 avvia la procedura per guadagnare la giusta traiettoria per tornare sul pianeta azzurro. La conferma giunge anche da Houston in attesa di ricollegarsi con la navicella:

La manovra per raggiungere la traiettoria verso la Terra dovrebbe terminare tra 10 secondi. Dovremmo aver finito in questo momento. A questo punto Apollo 11 dovrebbe viaggiare a una velocità di circa 2.700 metri al secondo. Dovrebbe essere sulla strada di ritorno verso la Terra, in visione dello splashdown nell’Oceano Pacifico previsto per le 195 ore e 18 minuti.

Pochi minuti dopo dall’Apollo 11 giungono le prime conferme. La traiettoria è corretta e la Terra inizia a essere un poco più vicina. L’equipaggio si gode il meritato riposo e da Houston arrivano parole quasi affettuose per i tre astronauti:

L’equipaggio dell’Apollo 11 si è preparato per la notte e ha iniziato un meritatissimo periodo di riposo. La durata del periodo di riposo è programmata per durare 10 ore, tuttavia, l’ora della sveglia non è così importante. Molto probabilmente li lasceremo dormire a loro piacimento. In questo momento il Columbia si trova a 13mila km dalla Luna, e viaggia verso casa alla velocità di 1.483 metri al secondo.

I tre dormono effettivamente quasi 10 ore. Al loro risveglio eseguono alcune correzioni di rotta e iniziano a raccontare con più calma parte della loro avventura lunare ai tecnici di Houston.

La piccola navicella viaggia spedita verso la Terra, mentre a bordo si inizia a pensare alla giornata successiva quando l’equipaggio sarà nuovamente in collegamento televisivo per esporre ai terrestri la vita a bordo dell’Apollo 11. Le luci della ribalta…

Puoi lasciare un commento, oppure un trackback dal tuo sito web.
ADS

Lascia un commento