Migliaia di microbi nelle profondità oceaniche

lunedì, 8 ottobre, 2007 12:11
Scritto in Oceani

Coste dell’OregonMigliaia di nuovi microbi sono stati scoperti nelle profondità oceaniche al largo delle coste dell’Oregon (Nord-Est degli USA) da un team di scienziati del Marine Biological Laboratory (MBL) dell’Università di Washington.
La scoperta, pubblicata sulla prestigiosa rivista scientifica Science, è il risultato della più grande catalogazione mai realizzata per studiare il ruolo dei microbi marini nella produzione di anidride carbonica, azoto e zolfo.

Batteri isolati nelle acque al largo dell’Oregon [photo credit: Julie Huber]Utilizzando una nuova tecnica di analisi, i ricercatori hanno potuto mappare migliaia di nuove sequenze di DNA appartenenti a batteri e archei, due dei tre maggiori domini degli esseri viventi.
Le approfondite ricerche sul fondale marino e alle pendici di un vulcano sottomarino hanno consentito il ritrovamento di oltre 3.000 tipi di archei e 37.000 batteri. “Molti di questi microbi non erano mai stati scoperti, alcuni sono talmente differenti dai tradizionali batteri da non poter essere facilmente catalogati” ha dichiarato la responsabile del progetto Julie Huber.

Per comprendere pienamente le dinamiche di cresciuta e sviluppo di queste sterminate colonie di microbi, i ricercatori dovranno mappare meticolosamente il DNA dei batteri identificati nelle profondità oceaniche, distinguendo le mutazioni delle specie già note da quegli esemplari ancora sconosciuti e quindi mai catalogati.
La ricerca ha infatti dimostrato come questi nuovi microbi oceanici siano in grado di adattarsi perfettamente all’ambiente che li circonda, differenziandosi a seconda delle profondità in cui vivono e proliferano. Lo studio di queste particolari abilità potrà aiutare gli scienziati nell’analisi dei cambiamenti degli ecosistemi indotti dai fenomeni naturali, o legati all’attività dell’uomo.

Puoi lasciare un commento, oppure un trackback dal tuo sito web.
ADS

2 commenti a “Migliaia di microbi nelle profondità oceaniche”

  1. ma.ni dice:

    8 ottobre 2007 ore 21:58

    Vai troppo in fretta. Ma lo gestisci tutto da solo questo blog?
    A me non basta il tempo per leggerlo, come fai a scriverlo, mi fai quasi rabbia… 😉

  2. anecòico dice:

    9 ottobre 2007 ore 00:22

    Tutto da me. Finché non trovo un lavoro serio di tempo ne trovo… quindi spero di dover rallentare preso, vorrebbe dire che qualcuno ha deciso di assumermi 🙂

Lascia un commento