Su Titano è nuvoloso

venerdì, 5 giugno, 2009 17:35
Scritto in Cosmo

Anche su Titano talvolta è nuvoloso. Le novità sul clima della luna di Saturno giungono da un gruppo di ricercatori impegnati da tempo a inseguire le nuvole che si formano sul corpo celeste grazie alla sonda spaziale Cassini.

L'orbiter Cassini coglie la presenza di alcune nubi nell'atmosfera di Titano (credit: NASA/JPL/University of Arizona/University of Nantes)

L'orbiter Cassini coglie la presenza di alcune nubi nell'atmosfera di Titano (credit: NASA/JPL/University of Arizona/University of Nantes)

Utilizzando le immagini fornite dall’orbiter spaziale della NASA (lanciato nel 1997), gli scienziati hanno rilevato in circa tre anni e mezzo di osservazioni oltre 200 nubi nell’atmosfera di Titano tra il 2004 e il 2007, che si comportano seguendo sostanzialmente i fenomeni osservabili sulla Terra legati alla circolazione atmosferica globale. L’andamento è del tutto simile, a eccezione della tempistica che fa sì che le nubi siano visibili nell’emisfero sud di Titano anche all’approssimarsi della stagione autunnale.

Le nubi sulla luna di Saturno seguono una particolare alternanza stagionale, come conferma Sebastien Rodriguez della Université Paris Diderot: «Abbiamo osservato numerose nubi nel corso dell’estate nell’emisfero sud, e il tempo atmosferico di questa estate sembra essere destinato a durare anche nei primi tempi dell’autunno. Il fenomeno ricorda in parte l’estate indiana sulla Terra, anche se i meccanismi sono totalmente differenti su Titano rispetto a quelli della Terra. Su Titano dovrebbe poi verificarsi un autunno più caldo e umido rispetto a quanto finora previsto dai modelli matematici».

Secondo i ricercatori, il lento cambiamento della temperatura della superficie lunare di Titano e la bassa pressione atmosferica potrebbero essere le cause alla radice dell’inattesa estate più calda e umida e di conseguenza più nuvolosa.

Titano è al momento l’unica luna conosciuta del sistema solare ad avere un’atmosfera vera e propria a tal punto da avere alcune caratteristiche climatiche in comune con la Terra. Costituita principalmente da azoto e metano, l’atmosfera di Titano è estremamente densa e dunque reagisce molto più lentamente ai cambiamenti rispetto all’atmosfera terrestre. Trovandosi molto più distante dal Sole rispetto al nostro Pianeta, circa 10 volte, riceve 100 volte meno luce solare. Queste caratteristiche portano il tempo atmosferico a cambiare molto lentamente, non a caso le stagioni su Titano durano circa sette anni.

Il cambio di stagione tra estate e autunno, che avverrà su Titano il prossimo agosto, dovrebbe portare a una rapida scomparsa delle nubi. I più recenti modelli matematici sul clima della luna di Saturno suggeriscono, però, che alcuni ammassi nuvolosi si siano già diradati nel corso degli ultimi anni. Le immagini rilevate da Cassini nel 2007 hanno messo in evidenza aree nuvolose isolate specialmente intorno alla fascia equatoriale del corpo celeste.

Attraverso l’orbiter della NASA, i ricercatori continueranno a monitorare il ciclo stagionale su Titano almeno fino all’autunno del 2010, cercando di carpire quanti più segreti possibile dall’andamento climatico della famosa luna di Saturno.

Puoi lasciare un commento, oppure un trackback dal tuo sito web.
ADS

1 commento a “Su Titano è nuvoloso”

  1. Cassini immortala le colonne di vapore di Encelado | bloGalileo dice:

    24 novembre 2009 ore 16:32

    […] di solitudine, la sua agenda è fitta di appuntamenti e il prossimo 11 dicembre passerà vicino a Titano, mentre il 25 dicembre potrà vedere un piccolo puntino azzurro in lontananza, la Terra. Puoi […]

Lascia un commento