Veronesi: più Scienza e meno armi

venerdì, 23 ottobre, 2009 18:58

AVoiComunicare, il blog coordinato da Telecom Italia per offrire uno spazio di dialogo e confronto tra utenti della Rete e personaggi di spicco della società civile, ha da poco avviato un’interessante collaborazione con Science for Peace, il progetto nato su iniziativa di Umberto Veronesi per «la nascita di un grande movimento per la pace alla cui guida vede impegnato il mondo della scienza».

Punto fondante del nuovo movimento è la proposta di ridurre le spese per gli armamenti in modo tale da porter dedicare più risorse alla ricerca scientifica. Un obiettivo ambizioso e difficile da realizzare in tempi brevi, ma che potrebbe portare a una significativa rivoluzione per la ricerca e per la salute di centinaia di milioni di persone in tutto il mondo.

Il piano per la riduzione delle spese militari proposto prevede:

  • Richiesta ai governi europei di una progressiva riduzione delle spese militari.
  • Destinare le risorse recuperate dalla riduzione delle spese militari a urgenze sociali e progetti di ricerca e sviluppo. Tali risorse confluiranno in un fondo comune che, sotto il controllo dell’ONU, devolverà sostegni finanziari solo a quelle Nazioni che perseguano una politica di disarmo o di progressiva smilitarizzazione.
  • Inserire il disarmo nucleare tra le massime priorità della politica internazionale attraverso attività di lobbying e il sostegno alle organizzazioni e ai movimenti già impegnati a raggiungere tale obiettivo.
  • Creazione di un gruppo di studio europeo formato da uomini politici, di cultura, capi di stato maggiore che saranno invitati a studiare un piano progressivo di riduzione delle spese militari dei singoli Paesi a favore di un Unico Esercito Europeo di Pace e della costituzione di un Corpo Civile di Pace Europeo.

Per promuovere la propria iniziativa ed aprire un confronto sulle tematiche legate al rapporto scienza – pace, Veronesi ha concesso un’interessante intervista da poco pubblicata su AVoiComunicare. Nel suo intervento, il celebre oncologo sottolinea la sproporzione tra la spesa per le armi nel nostro paese e la spesa per la ricerca scientifica. Il Parlamento nel 2009 ha investito circa 15 miliardi di Euro in armamenti, mentre per la sola ricerca sul cancro sono stati spesi appena 200 milioni di Euro.

Immagine anteprima YouTube

Sul sito web della Fondazione Veronesi sono disponibili ulteriori informazioni e un modulo per potersi iscrivere alla Conferenza Mondiale di Peace for Science.

Puoi lasciare un commento, oppure un trackback dal tuo sito web.
ADS

Lascia un commento