All’orangotango Bonnie piace fischiare da autodidatta

martedì, 30 dicembre, 2008 18:45
Scritto in Animali

Deve essere stata una grande sorpresa sentire Bonnie fischiettare per la prima volta. Bonnie non è infatti una cantante di prima fila di un gruppo country, ma una femmina di orangotango di circa 30 anni ospite da tempo dello Smithsonian National Zoo negli Stati Uniti.

I ricercatori dell’importante istituzione non avevano idea che il primate sapesse fischiare, mentre pare lo sapessero bene alcuni custodi dello zoo, dai quali Bonnie ha appreso del tutto spontaneamente il segreto nel corso dei suoi anni di vita. L’importanza di questa scoperta in differita è notevole: la femmina di orangotango dello Smithsonian risulta essere il primo primate al mondo ad aver spontaneamente imitato i suoni prodotti da un’altra specie, e nel caso specifico dagli uomini.

Bonnie non è in grado di produrre una sequenza melodiosa di note, ma pare proprio si diverta a fischiettare. Se invitata a fischiare dai ricercatori, la lontana cugina del genere umano risponde felice soffiando l’aria tra le sue labbra e producendo così un suono. Per raccontare il dono di Bonnie, un gruppo di ricerca ha recentemente dedicato uno studio alla ospite dello zoo pubblicato sulla rivista scientifica Primates, documentando anche le sue doti da insegnante di musica. A quanto pare, infatti, la femmina di orangotango è riuscita a insegnare a un suo simile, Indah, a fischiare.

Immagine anteprima YouTube

Bonnie e Indah sembrano dunque smentire la teroria secondo cui i vocalizzi degli orangotanghi sarebbero delle semplici reazioni involontarie a determinati stimoli esterni, e determinate principalmente da retaggi legati all’evoluzione. La capacità di imitare una procedura comunque complessa, come quella richiesta per fischiare, sembra dunque suggerire che gli orangotanghi possano nel corso della loro vita imparare, condividere e insegnare nuovi tipi di suoni e vocalizzi. Ciò spiegherebbe come mai gruppi diversi di orangotanghi utilizzano diverse tipologie di suoni e vocalizzi per comunicare tra loro.

Ulteriori studi su Bonnie e Indah potrebbero portare nuovi elementi per comprendere l’evoluzione del discorso nella nostra specie, approfondendo le dinamiche che ci consentirono di elaborare e condividere un’ampia gamma di suoni per comunicare: le parole.

Le pubblicazioni su bloGalileo riprenderanno
nel corso della prima settimana di Gennaio.
A voi tutti gli auguri più sinceri per un nuovo anno felice.

Puoi lasciare un commento, oppure un trackback dal tuo sito web.
ADS

1 commento a “All’orangotango Bonnie piace fischiare da autodidatta”

  1. t3rminator dice:

    31 dicembre 2008 ore 20:21

    Tanti auguri di buon anno!!!

Lascia un commento